Hub Interporto

L'Interporto di Nola, previsto dal Piano Generale dei Trasporti nel 1986, ha iniziato la propria attività nel 1999. Il sito scelto per realizzarlo è adiacente all'area su cui, tredici anni prima, era nato il CIS. Le ragioni che determinano questa preferenza sono tutt'altro che casuali.

Oggi l'Interporto di Nola è una realtà praticamente unica nel settore della logistica per la sua capacità di connettersi con tutti i quattro vettori di trasporto  (stradale, ferroviario, marittimo e aereo). Tale opportunità viene utilizzata attualmente da circa 200 operatori, ma questo numero è in continua crescita. Fiat Auto, MSC e Alstom, hanno scelto di localizzare la propria logistica presso l'Interporto di Nola. E' anche frequente che i risultati di gestione ottenuti inducano operatori già presenti ad ampliare gli spazi a disposizione all'interno dell'Interporto. Questi trend portano in prospettiva tutt'altro che remota a considerare l'esigenza di un forte allargamento dell'Interoporto grazie anche alla disponibilità di aree limitrofe.

La superficie attuale dell'Interporto Campano è di oltre 3 milioni di metri quadrati di cui 500 mila occupati da magazzini. Parte di questi costituiscono il cosiddetto Polo del Freddo con circa 200 mila metri cubi attrezzati con celle frigorifere polivalenti da zero a meno 30 gradi in grado di garantire stoccaggio e conservazione di qualunque prodotto deperibile a partire da quelli alimentari. Come il CIS, anche l'Interporto è dotato di strutture di sicurezza e di servizio come una stazione dei carabinieri, due sportelli bancari, una stazione di servizio carburanti, un centro congressi, bar e ristoranti. Elevata funzionalità per gli operatori è assicurata dalla presenza all'interno dell'Interporto Campano di una Dogana di prima categoria abilitata all'espletamento di tutte le procedure.

Cuore dell'Interporto è il terminal intermodale che occupa 225 mila metri quadrati ed è gestito dalla Tin (Terminal Intermodale Nolasocietà in cui è presente una partecipazione del gruppo Gallozzi). Quello di Nola è anche l'unico interporto italiano a disporre di una stazione ferroviaria interna altamente automatizzata con tredici coppie di binari elettrificati.

Con lo sguardo rivolto agli sviluppi futuri dell'intermodalità, Interporto Campano SpA ha inoltre acquisito partecipazioni di minoranza nella Gesac-Baa, società che gestisce l'aeroporto internazionale di Napoli, e nella Terminal Napoli, che gestisce il terminal commerciale crocieristico della Stazione Marittima di Napoli.

tin-box

Interporto in numeri

Operatori in continua crescita
Metri quadrati di superficie
Metri quadrati destinati al teminal intermodale

Servizi

Vigilanza e sicurezza

L’interporto di Nola è vigilato 24 ore su 24 da guardie giurate supportate da un efficiente sistema di sicurezza centralizzato ed informatizzato.

Officina

A servizio degli utenti, un’officina per la riparazione e manutenzione ordinaria e straordinaria di veicoli industriali e commercial.

Viabilità

24 km di strade e viadotti, oltre 236.000 mq di piazzali e due parcheggi automatizzati.

Ristorazione

Al lotto C, in posizione centrale all’interno dell’Interporto, è presente un ristorante self service, bar/tabacchi

Trasporto pubblico passeggeri

Un efficiente sistema di trasporti pubblici con numerose corse al giorno, collega l’Interporto di Nola ai paesi vicini e alla città di Napoli (ultima fermata Stazione Centrale).

Stazione di servizio

All’interno dell’Interporto di Nola, nei pressi del gate, una stazione di rifornimento carburante Q8.

Facchinaggio

Attraverso la TIN (Terminal Intermodale Nola), con proprio personale effettua attività di verifica doganale ed operazioni di riempimento/svuotamento containers.

Banche e servizi assicurativi

Al Lotto C, è situato uno sportello bancario della Banca di Credito Popolare di Torre del Greco, al quale si aggiungono i 5 sportelli bancari presenti nell'adiacente CIS.

Servi intermodali

L’Interporto attraverso la TIN (Terminal Intermodale Nola) opera come terminal container sia per le principali Shipping Company che per le merci varie.

Terminal containers

Garantiti per le tratte Napoli-Nola-Napoli/ Gioia Tauro-Nola-GioiaTauro/ Milano Segrate-Nola-Milano Segrate.

Magazzini generali

Per alcuni clienti l’Interporto assolve ad una funzione integrata di deposito merci: dal prelevamento nei containers, allo smistamento e stoccaggio.

Magazzini frigoriferi

180.000 mc di magazzini frigoriferi, con celle polivalenti da 0° a -30°.

  • Collegamenti ferroviari giornalieri
  • Link con i principali centri italiani ed europei
  • Intermodalità vettori aria, gomma, ferro, acqua
  • Piazzali per stoccaggio/movimentazione
  • Collegamento con rete nazionale
  • Link con principali porti del Centrosud
  • 200 mila m³ di magazzini frigoriferi
  • Celle con temperature fino a -30°

Terminal ferroviario

Quello di Nola è anche l'unico interporto italiano a disporre di una stazione ferroviaria interna altamente automatizzata con tredici coppie di binari elettrificati.

Connessioni intermodali

L'Interporto di Nola è una realtà unica nel settore della logistica per la sua capacità di connettersi con tutti i quattro vettori di trasporto: stradale, ferroviario, marittimo e aereo.