Il baricentro del traffico su ferro.

Interporto Campano è l’unica piattaforma intermodale in Italia ad avere al suo interno una stazione ferroviaria privata gestita da RFI (Rete Ferroviaria Italiana). La stazione, con una potenzialità di gestione di 30 treni/giorno, è direttamente collegata al Terminal Intermodale attraverso 13 coppie di binari di presa e consegna, ciascuno lungo 1 km. Ciò consente ai treni di standard europeo, con lunghezza fino a 750 m, l’ingresso in “blocco” nel Terminal e velocizza la movimentazione delle Unità di Trasporto Intermodale (UTI) e la relativa messa a disposizione delle merci.
Qui arrivano direttamente e da qui partono i treni che collegano Nola a tutta la rete su rotaia che porta verso l’Italia settentrionale e l’Europa.

Network ferroviario privato.

Interporto Campano controlla due società dedicate al trasporto ferroviario merci: “Interporto Servizi Cargo S.p.A. (ISC)” e “I.S.C. Intermodal S.r.l. , operatore intermodale.” che, integrando rispettivamente la figura di impresa ferroviaria a quella di operatore intermodale, hanno sviluppato un network ferroviario nazionale privato, collegando le più importanti realtà interportuali e portuali del Paese con puntualità ed efficienza.

 

Italo ha scelto l'Interporto di Nola.

All’interno di Interporto sono operative dal 2011 le Officine Alstom per la manutenzione dei treni Italo.

Si tratta dell’unico impianto in Italia per la manutenzione dei treni passeggeri Alstom AGV - Italo di ultima generazione. L’impianto è stato completato in 21 mesi. L’area occupa una superficie di 150.000 mq ed è completamente infrastrutturata con edifici di servizio e due grandi capannoni deposito attraversati da binari, realizzati in fossa, per le attività di manutenzione a breve e lunga percorrenza.

Alla luce dello sviluppo del business ferroviario di Italo e del conseguente incremento del numero dei treni, Interporto sta realizzando l’ampliamento dell’attuale deposito di manutenzione Alstom che sarà consegnato nel 2019. Strutturati in due fasi, i lavori prevedono opere civili per la realizzazione di ulteriori 18.000 mq di deposito officine, nonché l’armamento ferroviario per 4 nuovi binari e tutte le opere impiantistiche ferroviarie necessarie a consentire il ricovero e la manutenzione dei treni, il tutto secondo gli standard RFI.


◎ 150.000 mq di superficie totale

◎ 42.000 mq di superficie coperta

◎ 55.000 mq di area con binari

◎ 12 binari per uno sviluppo di circa 12.000 metri lineari di rotaia

◎ 3.500 mq di piattaforma attrezzata per lo svolgimento dell’attività di lavaggio, sanificazione e controllo dei treni

9

[easy_chart chart_id='12724']